Il Maremoto (o Tsunami)

Che cos'è un Maremoto o uno Tsunami? Cause e conseguenze dei Maremoti. La previsione di Maremoti o Tsunami

maremoti e tsunamiUn maremoto, o anche detto Tsunami ( termine giapponese che letteralmente significa “onde del porto” perché sulle coste e nei porti si osservano i suoi effetti più devastanti), è costituito da una serie di onde concatenate, generate da un inaspettato movimento del fondo marino, che vanno a sbattersi contro le coste dopo aver acquistato potenza durante il loro percorso. Un maremoto o Tsunami si presenta con un improvviso ritiro delle acque marine, seguito da una serie di onde che si alzano con rapidità e dimensione sempre più imponenti.

 

L'altezza delle onde, ed in particolare della prima onda, può raggiungere i 600 metri di altezza ed una velocità di circa 700 km/h, quindi si tratta di veri e propri muri d'acqua, di onde assassine che devastano qualunque cosa incontrano. Inoltre queste onde possono percorrere enormi di distanze dall'origine, anche migliaia di km.

 

Le cause di formazione di un maremoto o tsunami possono derivare da diversi fenomeni come a seguito di un potente terremoto, di un'imponente frana sottomarina, di un'eruzione vulcanica in mare, oppure da impatti di corpi extraterrestri in mare (meteore o comete).

 

La previsione di maremoti o tsunami è impossibile, anche perchè è impossibile prevedere con certezza quegli eventi che causano i maremoti, che come abbiamo visto sono i terremoti più frequentemente. Proprio questa impossibilità di previsione del fenomeno, lo fa diventare un evento catastrofico quando avviene, perchè il più delle volte le popolazioni coinvolte che vivono nelle coste, non sono preparate ad affrontare questo fenomeno. I maremoti distruttivi non sono frequenti e quindi non bisogna aver paura del mare.

 

Gli effetti di un maremoto o tsunami possono portare gravissimi danni per la vita degli esseri umani, oltre che per la morfologia del territorio, come sul mare e le coste. Infatti a seguito di un forte maremoto l'habitat marino viene inquinato dalle sostanze che le onde mescolano con l'acqua di mare, e ci sono anche i danni che il sale di mare provoca sul terreno costiero che diventerà sterile per lungo tempo. In caso di forti Tsunami o maremoti può avvenire la distruzione di città, case, pascoli, spiagge e coste mutate permanentemente dall’impeto delle onde.

 

tsunami famosiDove avvengono i Maremoti o Tsunami? Le zone in cui può avvenire un maremoto o tsunami non sono casuali. Infatti questi fenomeni sono legati al movimento delle placche che tra loro possono scontrarsi, allo stesso modo dei terremoti e delle eruzioni vulcaniche. Ovviamente non tutti i movimenti delle placche causano un maremoto o tsunami.

 

Come comportarsi in caso di Maremoto o Tsunami? Se ci si trova in una zona costiera e si avverte una scossa di terremoto, allontanarsi verso zone più alte rispetto alle coste. Se ci si trova in spiaggia e si nota un ritiro improvviso del livello del mare, allontanarsi dalla spiaggia.

 

Ricordiamo alcuni Tsunami e maremoti famosi:

 

- Tsunami Lisbona nel 1755: il 1 novembre del 1755, si verificò uno dei più imponenti maremoti della storia, che è stato provocato da un terremoto con epicentro Lisbona del 9 grado della scala Richter, a cui si aggiunsero successivamente le onde anomale del maremoto di oltre 15 metri di altezza.

 

- Tsunami Sumatra nel 2004: il 26 dicembre 2004, si registra un sisma catastrofico con epicentro sottomarino vicino le coste occidentali dell’isola di Sumatra. Il terremoto, del grado 9 della scala Richter, ha colpito tutto l’arcipelago Filippino e le coste dei paesi vicini. A seguito del fortissimo terremoto, alcune onde gigantesche si abbatterono sulle coste di alcune isole dell'Oceano Indiano provocando danni incalcolabili e la morte di 250.000 persone circa.