Il Satellite Meteorologico

Il Satellite meteo in diretta dallo spazio per l'osservazione dell'Italia e del Mondo. Le previsioni dal satellite in tempo reale

satellite meteoI satelliti meteorologici sono gli strumenti più affascinanti per i non addetti ai lavori, che si occupano di osservare l'atmosfera dallo spazio, orbitando intorno alla Terra.

 

I satelliti permettono una visione completa e continua di zone vastissime dell'atmosfera, in particolare consentono di osservare anche quelle zone come gli oceani e deserti, che in altro modo sarebbe molto difficile osservare.

 

Il primo satellite fu lanciato nello spazio nell'Aprile del 1960 dagli Stati Uniti e si chiamava Tiros.

I satelliti sono dotati di tutti gli strumenti a bordo, per osservare in modo particolare il vapore acqueo e quindi consentono di analizzare i sistemi nuvolosi e i loro movimenti, oltre che i movimenti delle masse d'aria, la temperatura dell'aria e dei mari e molti altri fenomeni meteorologici. Quindi un'immagine dal satellite, grazie alla sua posizione privilegiata, fornisce molte più informazioni rispetto a qualsiasi altra rete di osservazione presente sulla terra.

 

I satelliti meteo lavorano in tempo reale, quindi giocano un ruolo fondamentale nella buona riuscita delle previsioni del tempo, proprio perchè consentono di avere una visione a 360 gradi della situazione attuale dell'atmosfera, in base alla quale si riescono ad ottenere previsioni meteo più accurate per i giorni successivi.

 

Ci sono due tipi di satelliti:

 

1) Satelliti Geostazionari: ruotano con la stessa velocità della terra , mantenendo una posizione fissa che consente quindi di osservare sempre la stessa area.

Sono i satelliti più utilizzati per le previsioni meteo dal satellite, come ad esempio il Meteosat Europeo, le cui immagini sono usate in molti bollettini meteorologici, che è posizionato ad una distanza dalla terra di 36.000 chilometri. Inoltre il Meteosat è dotato di sofisticate apparecchiature che consentono di osservare i sistemi nuvolosi, gli strati atmosferici alle diverse quote, i mari, i venti, il suolo e le radiazioni termiche che interessano la Terra.

 

2) Satelliti Orbitanti o Polari: si muovono in modo diverso rispetto alla Terra, secondo orbite polari, compiendo una traiettoria simile ad un otto. Il loro compito è quello di osservare le alte latitudini della terra, quindi le latitudini superiori i 60° gradi. I satelliti a orbita polare si trovano a una distanza di circa 800 km rispetto alla Terra.