Il Tornado o la Tromba d'aria

Che cosa sono i Tornado? Cosa sono le Trombe d'aria e le Trombe marine? La previsione di Tornado e Trombe d'aria

tornado e trombe d'ariaLe trombe d’aria sono il fenomeno meteorologico più violento che si può verificare nell’area del mar mediterraneo e quindi anche alle nostre latitudini. La tromba d'aria prende il nome di tornado negli Stati Uniti seppure in USA il fenomeno sia più violento, infatti nell'area mediterranea ha di solito carattere moderato, anche se può assumere maggiore violenza quando è generato da violenti temporali.

 

Questo fenomeno consiste di una colonna d'aria, a forma di imbuto, che dall'atmosfera si sviluppa in modo verticale verso il suolo ed è animata da grande velocità di rotazione. L'altezza della tromba d'aria è di qualche centinaio di metri e la colonna si sposta a velocità non superiore ai 60 km/h. Inoltre al suolo, il diametro della colonna d'aria si allarga raggiungendo anche 50-150 metri.

Nei casi più violenti i venti della colonna d'aria possono raggiungere i 300 km/h.

 

Al centro del vortice la pressione ha valori molto bassi e per questo dislivello tra la bassa pressione al centro e l'alta pressione in periferia del vortice, che viene risucchiata l’aria verso l’interno. Le correnti all’interno del vortice proiettano verso l’alto gli oggetti ed i detriti che vengono risucchiati. La durata del fenomeno della tromba d’aria di solito non supera i 30 minuti, nei quali percorre qualche decina di chilometri.

 

Si ricorda che la tromba ha rotazione antioraria nell'emisfero settentrionale e rotazione oraria nell'emisfero meridionale.

 

Le condizioni meteorologiche favorevoli per lo sviluppo di una tromba d'aria sono quando c'è un’elevata instabilità atmosferica dovuta ad uno strato di aria fredda sovrapposto ad una massa d’aria molto calda e umida che staziona in prossimità del suolo. Quando l’equilibrio tra le due masse d’aria si rompe, l’aria più calda viene bruscamente aspirata verso l’alto.

Per questo motivo le zone più colpite sono i mari caldi, come il Mediterraneo, mentre dal punto di vista della stagione più favorevole per la formazione di trombe d'aria, è sicuramente l'estate.

 

In Italia il fenomeno delle trombe d’aria, è abbastanza raro, anche se in aumento negli ultimi anni.

Le zone più colpite in Italia sono il Friuli, la Liguria, l’alta Toscana (Versilia), l’alto Lazio e la Sicilia, oltre ovviamente la Pianura Padana. Infatti la pianura padana rappresenta un grande contenitore d'aria racchiusa tra i monti, quindi in estate, dopo un lungo periodo di bel tempo, in pianura padana può ristagnare aria calda e umida sul suolo e in queste condizioni, quando si presenta aria fredda in quota, questa può portare alla formazione delle trombe d'aria.

 

La Tromba d'acqua

 

trombe d acquaLa Tromba d'acqua è del tutto analoga ad una tromba d'aria, con la differenza che si sposta sul mare o su uno specchio d'acqua come i laghi.

 

Nel caso specifico di trombe d'acqua sul mare, si parla di trombe marine. Le trombe d’acqua sono fenomeni meteorologici meno violenti delle trombe d’aria che quando arrivano sulla terraferma si sfalda, avendo un diametro di qualche metro e i venti ruotano con una velocità di circa 80 km/h.

 

Esiste però l'eccezione della tromba marina tornadica che riesce a raggiungere anche la terraferma con una notevole pericolosità.

Questo fenomeno costituisce un grande pericolo per le imbarcazioni che incontrano nel loro tragitto.