Giovedì 12 Luglio, variazione del livello del mare sulle coste del Lazio e della Calabria

Un’anomala variazione del livello del mare è stata riscontrata Giovedì 12 Luglio, sulle coste tirreniche del Lazio e della Calabria. Questo, il Comunicato della Protezione Civile emesso in data 14 Luglio:

Nella tarda mattinata di giovedì, 12 luglio, sulle coste del Lazio e della Calabria è stata osservata una variazione del livello del mare, durata qualche ora.

 

Tale fenomeno è stato registrato anche dalla rete mareografica italiana gestita da Ispra-Istituto Superiore per la Protezione e la Sicurezza Ambientale che, alla stazione mareografica di Anzio, ha rilevato una variazione totale di livello del mare di circa 20-30 cm.

 

Secondo i rilievi dell’Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia si esclude che il fenomeno sia stato provocato da attività sismica o vulcanica nell’area: le cause sono tuttora in corso di approfondimento da parte dei tecnici, ma al momento l’ipotesi più accreditata è legata all’influsso di una perturbazione atmosferica di origine nord-africana.

 

Sebbene non usuale per le coste tirreniche dell’Italia centro-meridionale, la repentina variazione del livello del mare è fenomeno abbastanza frequente in alcuni tratti delle coste italiane, ad esempio nel canale di Sicilia, dove prende il nome di marrobbio ed è associato a particolari condizioni meteo-climatiche.

 

È utile ricordare che, seppure in presenza di eventi di limitata entità, è comunque consigliabile nel caso si osservino fenomeni analoghi darne notizia alle Capitanerie di Porto e allontanarsi dalla spiaggia, portandosi verso aree più elevate.”

 

Il Comunicato cita il fenomeno del “Marrobbio”, frequente sul Canale di Sicilia: esso consiste nella repentina variazione del livello del mare in seguito a forti venti (spesso occidentali) che trasportano grandi quantità di acqua dalla riva africana a quella siciliana. Una volta che le condizioni atmosferiche tornano “normali”, il dislivello tende ad attenuarsi creando solo delle mini onde anomale in grado comunque di provocare danni alle navi nei porti.

Altre Notizie Meteo Correlate

Missione Operation IceBridge della Nasa: spaccatura di 30 km sul ghiacciaio Pine Island

Durante la missione Operation IceBridge della NASA, alcuni scienziati hanno scoperto un’enorme spaccatura di circa ...

Proteggersi dai fulmini

Nel periodo estivo può spesso capitare la sorpresa di un ...

Olimpiadi di Londra, come è stato il tempo?

Le Olimpiadi sono una grande manifestazione seguita da tutto il mondo. È ...

Sequestrate a Goa, in India, sedie a sdraio perché infastidiscono le tartarughe

A Goa, il più piccolo Stato dell’India, è scattato il ...

Un cambio di circolazione atmosferica alla base dello scioglimento record: global warming?

Minimo record di estensione dei ghiacci marini raggiunto. È successo lo scorso ...

Idrogeno combustibile pulito dalle onde sonore

Ciascuna goccia d’acqua contiene idrogeno, la più verde delle energie combustibili, non ...