Lo shale, una nuove promessa per il futuro energetico mondiale

La nuova promessa per il futuro energetico mondiale sembra essere lo shale, in italiano scisto. I pozzi di petrolio, ormai, sembrano essere arrivati al loro punto di arrivo. Lo shale è in origine una roccia argillosa dalla struttura a lastre che imprigiona al suo interno petrolio o gas naturali che possono essere estratti sottoponendola alla violenta pressione, un processo chiamato “fracking” ovvero fratturazione idraulica.

Il petrolio a basso costo e strumenti fino ad oggi arretrati hanno nascosto questa importante risorsa, già nota da decenni. Oggi lo shale o il gas carbone acquistano sempre più importanza nel mondo dell’energia del futuro. Esso, infatti, assieme al carbone, è una delle fonti energetiche più discusse. Lo shale gas è venerato in America, la loro speranza è quella di essere energicamente indipendenti dal Medio Oriente, grazie alle riserve nazionali di gas di scisto.

 

Le riserve mondiali sono infatti gigantesche: quelle convenzionali sono di 180 mila miliardi di metri cubi, mentre quelle non convenzionali sono superiori di 4 volte, oltre 800 mila miliardi; basterebbero per 200 anni contro i 58 del petrolio. Il carbone invece ha estimatori in tutto il mondo perché è in assoluto il combustibile che costa di meno, con riserve che durerebbero minimo 120 anni.

 

Con la percezione di questa nuova abbondanza si rischia di passare dall’incubo di finire a secco di idrocarburi a quello di innescare un devastante riscaldamento globale causata dai gas serra emessi in atmosfera: “è indubbio che le fonti fossili non convenzionali stiano minando la percezione anche psicologica che la transizione alle rinnovabili sia imperativa - dice Massimo Tavoni, lead author nel prossimo rapporto dell’Ipcc, l’organizzazione delle Nazioni Unite che studia e sintetizza i risultati scientifici sui rischi del cambiamento climatico - esiste il rischio di lock-in, che ci si leghi ovvero a un sistema di infrastrutture dal quale non si riesce più ad uscire”.

Altre Notizie Meteo Correlate

Un tour per valorizzare le isole toscane

Confesercenti promuove il progetto che porterà sei giornalisti di testate internazionali ...

I meteotsunami

Gli tsunami generalmente sono originati da forti terremoti o grandi frane sottomarine, talora da vulcani e raramente dameteoriti. ...

Earling warning project, allerta in caso di alluvioni

Stanziati 100 mila euro, grazie ai fondi raccolti durante il concerto ...

L’eccellenza della FWS 20 di PCE Italia: importanza delle stazioni meteorologiche

I cambiamenti climatici degli ultimi anni impongono che la strumentazione ...

Da Virgilio a Circe

Virgilio, l’anticiclone buono, giunto dalle Isole Azzorre che avanzando da ...

Concorso per trasformare i resti della Concordia

È passato ormai quasi un anno dal disastro che coinvolse ...