Il movimento dell’aerosol atmosferico, l’influenza sul clima e le condizioni meteo

I nuovi modelli della Nasa hanno permesso di ricreare un’animazione multicolore che riproduce il movimento dell’aerosol atmosferico. Attraverso esperimenti matematici, infatti, tali modelli possono riprodurre il moto della Terra in avanti o indietro nel tempo, creando un vero e proprio quadro dinamico del nostro Pianeta.

Il movimento del vento è così osservabile, lo stesso che trascina attorno al mondo gli aerosol presenti in atmosfera. Vediamo cos’è un aerosol. L’aerosol atmosferico è l’insieme di particelle e corpuscoli, in sospensione nell’atmosfera.

 

La composizione e la natura chimica di queste sostanza varia a seconda del luogo di origine dell’aerosol. Ad esempio si può trattare di piccolissime particelle di sabbia trasportate dal vento che soffia su un deserto, oppure di leggerissime goccioline di acqua sollevate ad opera dei venti sull’oceano. Molto diffuso è poi l’aerosol immesso dal vulcani o quello prodotto dalle industrie e dalla combustione ad opera delle attività umane.

 

Le ultime simulazioni create dalla Nasa permettono agli scienziati di comprendere in modo più efficace e immediato quanto gli aerosol condizionino il clima e le condizioni meteo. Le particelle possono infatti svolgere una funzione particolare, quella di aggregatrice delle molecole di vapore acqueo presente nell’atmosfera, e contribuire così alla formazione delle nubi. Per quanto concerne il clima, esse sono un ottimo mezzo di diffusione della radiazione solare, ma anche di assorbimento e danno vita ad un fenomeno noto come oscuramento globale.

 

In generale le particelle che assorbono la radiazione solare tendono a riscaldare il Pianeta, quelle che la riflettono invece contribuiscono al suo raffreddamento. L’effetto globale è, in ogni caso, quello di un deciso raffreddamento della temperatura. In un video pubblicato per conto della Nasa è possibile notare come le particelle di aerosol danzino attorno alla Terra senza sosta.

Altre Notizie Meteo Correlate

I meteotsunami

Gli tsunami generalmente sono originati da forti terremoti o grandi frane sottomarine, talora da vulcani e raramente dameteoriti. ...

Un cambio di circolazione atmosferica alla base dello scioglimento record: global warming?

Minimo record di estensione dei ghiacci marini raggiunto. È successo lo scorso ...

Concorso per trasformare i resti della Concordia

È passato ormai quasi un anno dal disastro che coinvolse ...

Ancora Estate, ma sta arrivando Arpia

Potremmo definirlo un “autunno caldo”, non a causa delle lotte ...

L’eccellenza della FWS 20 di PCE Italia: importanza delle stazioni meteorologiche

I cambiamenti climatici degli ultimi anni impongono che la strumentazione ...

Progetto per miglioramento operazioni post-terremoto

Novità sul fronte “terremoto”. Un team di ingegneri dell'Università della ...