Torna la neve sull’arco alpino

Sabato una forte perturbazione nord atlantica si avvicina al Nord Italia apportando un modesto peggioramento sull’ arco alpino tra domenica e lunedì.

L’interazione di questo impulso perturbato con aria più fredda continentale favorirà la caduta di neve fino a quote basse al Nord. La prossima settimana sarà caratterizzata da temperature prettamente invernali, cieli spesso nuvolosi e possibili deboli nevicate in special modo sulle Alpi orientali.

 

Sabato si prevede un tempo stabile e ben soleggiato al mattino. Dal pomeriggio aumento della nuvolosità a partire dalle Alpi occidentali con prime deboli o debolissime nevicate in serata. Nella notte qualche fiocco possibile anche su prealpi lombarde e venete. Limite neve fin sui 400-700 m. Venti moderati da Ovest-Nord Ovest al mattino in rotazione a Sud-Ovest dal pomeriggio-sera. Temperature in lieve calo. ZT: 1400 m ad ovest, 1000 m ad est.

 

Domenica sarà molto nuvoloso o coperto su tutti i settori con possibili debolissime nevicate al mattino su basso Piemonte in estensione al pomeriggio-sera al settore alpino centro-orientale. Neve a quote molto basse, fino in pianura su parte del Nord-Ovest. Limite neve a 400-600 metri, localmente a quote inferiori specie sul Piemonte. Sono attesi accumuli modesti, mediamente 5-10 cm a 1000 m sulla fascia prealpina, 0-5 cm altrove. Venti deboli-moderati meridionali, in rotazione a Nord-Ovest in serata sul Piemonte. Temperature in ulteriore lieve calo a tutte le quote. ZT: 800-1000 m.

 

Per quanto concerne invece Lunedì ci saranno ancora deboli nevicate specie sulle Alpi orientali con quota neve sui 400-600 m, migliora rapidamente sul settore occidentale.

 

Le temperature sembrano, in questa settimana appena trascorsa, essere rientrate nella medie, ora però si attende la neve. Entro lunedì mattina la neve potrebbe scendere ulteriormente di quota su parte dell’Emilia, del Veneto e del Friuli con interessamento anche di larghe aree pianeggianti.

Altre Notizie Meteo Correlate

Scosse in Emilia Romagna

Violenti scosse colpiscono l’Emilia Romagna dal 20 Maggio. La prima, di magnitudo 6.0, ...

Giovedì 12 Luglio, variazione del livello del mare sulle coste del Lazio e della Calabria

Un’anomala variazione del livello del mare è stata riscontrata Giovedì 12 Luglio, ...

“Un mare di oasi per te”, l’iniziativa del Wwf

Dal 29 Aprile è partita un’iniziativa del Wwf, “Un mare di ...

Terremoto in Emilia Romagna

Fino a qualche giorno fa la Pianura Padana non era considerata zona sismica. Eppure ...

Piogge e vento non aiutano l’Emilia Romagna colpita dal terremoto

Dopo il terribile terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna, è pieno inverno, sia dentro ...

Cosa fare in caso di alluvione

La Protezione Civile ci allerta su delle regole fondamentali da seguire in caso ...