Dopo il gran caldo, nuove perturbazioni in arrivo

Le propaggini dell'ammasso perturbato hanno raggiunto parte della Penisola Iberica, trovando aria molto calda pre-esistente, e i temporali più organizzati si possono individuare tra la Francia nord-orientale, la Germania centrale e l'ovest della Polonia. Le correnti fredde nord-atlantiche, inoltre, spingono la perturbazione ed hanno portato un ulteriore raffreddamento sulle Isole Britanniche, soprattutto tra Scozia e nord dell'Inghilterra dove le temperature massime hanno faticato a raggiungere i 10 gradi.

Un enorme afflusso di correnti calde sub-tropicali, seguito dal campo anticiclonico, interessa i paesi che affacciano sul Mediterraneo Centro-Occidentale: questo promontorio di matrice sub-tropicale si tiene unito all'alta pressione continentale che permane tra le nazioni orientali del Continente e la Russia. Vi è un clima estivo sulle zone protette dall'alta pressione, con punte massime molto elevate (38 gradi) nel sud della Spagna, ma anche in gran parte del Centro Europa ha fatto molto caldo, subito finito a causa dell’arrivo dei primi temporali: sulla Baviera, infatti, si sono registrati picchi di 32 gradi. Un gran caldo anche tra l'est dell'Ucraina e la Russia meridionale (33-34 gradi).

Per quanto riguarda l’Italia, il consolidamento dell’alta pressione nord-africana ha portato condizioni meteo soleggiate un po' su tutto il territorio, meno che sul Settentrione (in particolare Sicilia e Calabria, lambite da infiltrazioni d'aria relativamente fresca in quota). Le temperature risultano più alte di 1-2 grandi rispetto ai valori massimi diurni, infatti, in diverse località del Nord e della Toscana (Milano e Firenze per esempio), si è toccata la soglia dei 30 gradi. Il valore più alto si è però raggiunto a Bolzano, con 32 gradi.

Ci si aspetto un peggioramento nei prossimi giorni nel Nord Italia, a causa della perturbazione che penetra sempre di più sull’Europa Centrale, addossandosi all’Arco Alpino.

Le nuove perturbazioni impensieriscono un po’ tutti coloro che avevano già assaggiato un pizzico di caldo e relax, ma per l’estate vera e propria dovremo attendere ancora un po’!

Altre Previsioni Meteo Stagionali Correlate

Allergia alla primavera, sintomi e rimedi

Cosa c’è di meglio che godersi un po’ di tiepido ...

Aprile: all’orizzonte c’è maltempo

Ci eravamo tutti illusi che fosse arrivata definitivamente la primavera e invece ...

Weekend del 22 e 23 Dicembre: venti e mari

Molte correnti atlantiche apporteranno un fine settimana generalmente variabile. Sabato ...