I principali venti Italiani e del Mediterraneo

I principali venti in Italia e nel mar Mediterraneo secondo la Rosa dei Venti

la rosa dei ventiVediamo di seguito quali sono i principali venti che soffiano intorno al mediterraneo e quindi che spirano anche in Italia. Consideriamo i venti in base alla loro direzione di provenienza, per come sono rappresentati nella rosa dei venti:

 

vento proveniente da Nord:

La Tramontana è un vento di origini antiche, è un vento molto freddo generalmente secco e piuttosto forte che soffia da Nord verso Sud. Può raggiungere velocità di 60 Km/h ed è generalmente portatore di bel tempo. E' un vento che di solito porta tempo asciutto, cielo sereno e visibilità ottima. Proviene da regioni a basse latitudini quindi più fredde delle nostre e non attraversano mari rimanendo così con tassi di umidità molto bassi che favoriscono appunto la visibilità.

 

vento proveniente da Nord-Est:

Il Grecale è un forte vento freddo proveniente da nord est tipico del versante ionico e delle coste orientali della Sicilia. Può raggiungere estrema violenza e persistere per più giorni.

Il grecale spostato leggermente più a nord viene anche chiamato Bora. La Bora è famosa soprattutto a Trieste, è un vento discendente che proviene da est-nordest. E' tipica delle regioni

carsiche e, attraverso la porta della Bora (Trieste), si riversa sul Mare Adriatico settentrionale con raffiche violente che possono anche superare i 100 km orari. Si distingue in Bora chiara e Bora scura. La Bora chiara è accompagnata da cielo sereno ed ha maggiore velocità e violenza. La Bora scura è accompagnata da cielo nuvoloso ed è meno violenta della Bora chiara ma ha una maggiore percorrenza, infatti può arrivare a soffiare con violenza fino alle coste orientali dell'Italia centrale.

 

vento proveniente da Est:

Il Levante è il vento proveniente dai Balcani. L'inverno ha lontane origini siberiane ed è per l'Italia la corrente di aria più fredda in assoluto. D'estate è al contrario un vento torrido proveniente sempre dall'infuocata penisola balcanica.

 

vento proveniente da Sud-Est:

Lo Scirocco è un vento che proviene dalle zone desertiche del continente africano per cui risulta essere molto caldo e secco. Durante il suo percorso verso l'Italia sul mare tende facilmente ad acquistare umidità ed è per questo che da noi giunge caldo e umido.

E' un vento molto temuto nella stagione estiva perché rende le giornate molto calde e afose.

 

vento proveniente da Sud:

Ostro, è un vento caldo ed umido che spira da sud. E' un vento meridionale debolissimo che ha un azione scarsamente sentita nei mari italiani.

 

vento proveniente da Sud-Ovest:

Il Libeccio proviene da sud ovest ed è molto frequente nei bacini occidentali dove fa sentire i suoi effetti fino ad arrivare nel Golfo di Genova. Il libeccio è un vento umido, molto violento ed è molto temuto per gli effetti che può provocare, infatti spesso genera forti mareggiate, condizioni di burrasca e piogge molto intense.

 

vento proveniente da Ovest:

Il Ponente è un vento fresco che spira da Ovest sinonimo e sintomo di instabilità. E' il vento che segue le perturbazioni provenienti dall'Atlantico.

 

vento proveniente da Nord-Ovest:

Il Maestrale anche chiamato Mistral nel Golfo del Leone, proviene da nord ovest ed attraverso la valle del Rodano si precipita nel Golfo del Leone acquistando velocità e secchezza. Insieme con la Bora è il vento che assume le maggiori velocità.

E' uno dei venti più forti e intensi che interessano l'Italia. Si origina dalla discesa di aria fredda di origine polare che scende verso le basse latitudini. L'aria polare, lungo la sua discesa si scontra con aria più calda e umida proveniente dall'Oceano Atlantico generando forti perturbazioni.

 

il vento foehn e stauIl Foehn, in italiano Favonio, è un vento locale caldo e secco, che discende dalle Alpi verso la pianura padana. Il Foehn, e il suo vento genitore chiamato lo Stau, hanno una formazione del tutto particolare, infatti si formano quando una massa d'aria incontra una catena montuosa estesa, che non può essere aggirata (per esempio in Italia le Alpi). In particolare lo Stau si forma nella fase di salita della catena montuosa, in cui la massa d'aria si raffredda per via della temperatura più fredda, mentre nella fase di discesa viene detto Foehn, dopo il superamento della catena montuosa, l'aria diventa più secca limpida e si scalda.

Il manifestarsi di questo vento produce, a causa del rapido aumento della temperatura, il distacco di valanghe, sia durante il periodo invernale che primaverile.